ATTENZIONE!!!
Per un corretto utilizzo del sito è necessario attivare gli script nel browser in uso.

Leggi qui le istruzioni su come fare.
S.I.A. Servizi Informatici Antelmi S.r.l.
Seguici su  Facebook SIA srl Google+ SIA srl Twitter SIA srl


I documenti per l'assunzione
Tipologie di assunzione
La predisposizione del contratto di lavoro
L'obbligo assicurativo e la comunicazione di assunzione
La busta paga
L'organizzazione della prestazione lavorativa
Il lavoro straordinario
La tredicesima
Le festività
Le ferie e i permessi
Trasferimento e trasferta
Le assenze
Variazione condizioni contrattuali e obbligo di comunicazione
Come calcolare i contributi
Come pagare i contributi
Scadenze contributive
Sanzioni per omesso versamento
L'estratto contributivo
Obblighi fiscali del datore di lavoro: IL CUD
Obblighi fiscali del lavoratore: LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI
Calcolo e pagamento delle tasse
Agevolazioni fiscali per il datore di lavoro
Cos'è la cassacolf
Le prestazioni
Come versare i contributi alla cassa
Cause di risoluzione del rapporto
Adempimenti in caso di risoluzione del rapporto
Il preavviso
Il trattamento di fine rapporto

I documenti per l’assunzione

Lavoratori comunitari (italiani o dei paesi membri dell’UE)

Lavoratori extracomunitari

Lavoratori comunitari (italiani o dei paesi membri dell’UE)

Documenti obbligatori

- copia di un documento di identità non scaduto;

tessera sanitaria o altro documento sanitario aggiornato attestante l’idoneità al lavoro e l’assenza di patologie che possono portare pregiudizio per il lavoratore, il datore di lavoro o la famiglia presso cui i lavori verranno svolti;

- copia del codice fiscale;

- eventuale documentazione assicurativa e previdenziale (per esempio: numero di iscrizione all’INPS qualora l’interessato fosse già stato assicurato).

Documenti ulteriori per i Minorenni

- per tutti i minori: il certificato di idoneità al lavoro, rilasciato dopo la visita medica dell'Ufficiale sanitario, effettuata a cura e a spese del datore di lavoro presso l’ASL di zona;

- per i minori ad ore: la semplice autorizzazione scritta di chi esercita la patria potestà;

- per i minori in regime di convivenza: è richiesta la dichiarazione scritta dei genitori o di chi esercita la potestà familiare, vidimata dal Sindaco del Comune di residenza, con cui si acconsente che il lavoratore minorenne viva presso la famiglia del datore di lavoro.

Documenti facoltativi

certificato penale e certificato dei carichi pendenti, che, una volta esaminati dal datore di lavoro, dovranno essere  immediatamente restituiti, in modo da escludere ogni forma di trattamento speciale per la gestione di tali dati sensibili (normativa sulla privacy);

- eventuali attestati o diplomi degli studi compiuti;

- “attestazione di servizio” o referenze per il lavoro prestato presso altri datori di lavoro. 

Lavoratori extracomunitari

Lavoratori extracomunitari già residenti sul territorio italiano

Documenti obbligatori

- copia di un documento  di identità non scaduto;

tessera sanitaria o altro documento sanitario aggiornato attestante l’idoneità al lavoro e l’assenza di patologie che possono portare pregiudizio per il lavoratore, il datore di lavoro o la famiglia presso cui i lavori verranno svolti;

- copia del codice fiscale;

- eventuale documentazione assicurativa e previdenziale (per esempio: numero di iscrizione all’INPS qualora l’interessato fosse già stato assicurato);

permesso di soggiorno valido per lo svolgimento di attività lavorative.

Documenti facoltativi

certificato penale e certificato dei carichi pendenti, che, una volta esaminati dal datore di lavoro, dovranno essere  immediatamente restituiti, in modo da escludere ogni forma di trattamento speciale per la gestione di tali dati sensibili (normativa sulla privacy);

- eventuali attestati o diplomi degli studi compiuti;

- “attestazione di servizio” o referenze per il lavoro prestato presso altri datori di lavoro.

Lavoratori  extracomunitari  che si trovano all’estero

Documenti obbligatori

- copia di un documento di identità non scaduto;

tessera sanitaria o altro documento sanitario aggiornato attestante l’idoneità al lavoro e l’assenza di patologie che possono portare pregiudizio per il lavoratore, il datore di lavoro o la famiglia presso cui i lavori verranno svolti;

- copia del codice fiscale;

- eventuale documentazione assicurativa e previdenziale (per esempio: numero di iscrizione all’INPS qualora l’interessato fosse già stato assicurato);

permesso di soggiorno.

Come fare per richiedere il permesso di soggiorno

Documenti facoltativi

certificato penale e certificato dei carichi pendenti, che, una volta esaminati dal datore di lavoro, dovranno essere  immediatamente restituiti, in modo da escludere ogni forma di trattamento speciale per la gestione di tali dati sensibili (normativa sulla privacy);

- eventuali attestati o diplomi degli studi compiuti;

- “attestazione di servizio” o referenze per il lavoro prestato presso altri datori di lavoro.

 

L’Unione Europea (UE) comprende attualmente 28 Paesi:

- Austria - Belgio - Bulgaria - Cipro - Croazia (dal 1° luglio 2013) - Danimarca - Estonia - Finlandia - Francia - Germania - Grecia - Irlanda - Italia - Lettonia - Lituania - Lussemburgo - Malta - Paesi Bassi - Polonia - Portogallo - Regno Unito - Repubblica ceca - Romania - Slovacchia - Slovenia - Spagna - Svezia - Ungheria.

Sono equiparati ai cittadini dell’Unione Europea i cittadini Svizzeri e i cittadini degli Stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo - SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein).

E' ammessa l'assunzione di minori nei servizi familiari all'età minima di 16 anni compiuti

Rilasciati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale nel quale il cittadino ha la residenza