ATTENZIONE!!!
Per un corretto utilizzo del sito è necessario attivare gli script nel browser in uso.

Leggi qui le istruzioni su come fare.
S.I.A. Servizi Informatici Antelmi S.r.l.
Seguici su  Facebook SIA srl Google+ SIA srl Twitter SIA srl


I documenti per l'assunzione
Tipologie di assunzione
La predisposizione del contratto di lavoro
L'obbligo assicurativo e la comunicazione di assunzione
La busta paga
L'organizzazione della prestazione lavorativa
Il lavoro straordinario
La tredicesima
Le festività
Le ferie e i permessi
Trasferimento e trasferta
Le assenze
Variazione condizioni contrattuali e obbligo di comunicazione
Come calcolare i contributi
Come pagare i contributi
Scadenze contributive
Sanzioni per omesso versamento
L'estratto contributivo
Obblighi fiscali del datore di lavoro: IL CUD
Obblighi fiscali del lavoratore: LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI
Calcolo e pagamento delle tasse
Agevolazioni fiscali per il datore di lavoro
Cos'è la cassacolf
Le prestazioni
Come versare i contributi alla cassa
Cause di risoluzione del rapporto
Adempimenti in caso di risoluzione del rapporto
Il preavviso
Il trattamento di fine rapporto

L’obbligo assicurativo e la comunicazione di assunzione

L’obbligo assicurativo e le prestazioni

Come comunicare l'inizio del rapporto

Sanzioni per omessa comunicazione

Variazione delle condizioni contrattuali e comunicazione obbligatoria

L’obbligo assicurativo e le prestazioni

I contributi versati dal datore di lavoro in favore del collaboratore familiare sono utili per ottenere:

- l'assegno per il nucleo familiare;

- l'indennità di disoccupazione;

- l'indennità di maternità;

- l'indennità di assistenza antitubercolare: se il lavoratore può far valere almeno 1 anno di contributi in tutta la vita assicurativa versati nell'assicurazione generale obbligatoria;

- la pensione di anzianità, Vecchiaia, Superstiti, Assegno ordinario di invalidità, Inabilità.

Il lavoratore domestico ha diritto all'accredito dei contributi figurativi per i periodi di:

- servizio militare;

- disoccupazione indennizzata;

- assenza dal lavoro per maternità obbligatoria;

- assenza dal lavoro per assistenza antitubercolare;

- assenza dal lavoro per malattia e infortunio.

Il lavoratore domestico, inoltre, in caso di cessazione del rapporto di lavoro può proseguire l'assicurazione mediante versamenti volontari, se in possesso dei requisiti richiesti per perfezionare i requisiti minimi per il diritto a pensione.

 

LE PRESTAZIONI DEL S.S.N.

 

Il lavoratore domestico ha diritto alle prestazioni sanitarie generiche (domiciliari e ambulatoriali), alle visite specialistiche ambulatoriali e alle prestazioni ospedaliere, ostetriche e pediatriche.

Ha diritto inoltre alle prestazioni integrative ordinarie quali le cure balneo termali terapiche e gli apparecchi di protesi e alle previste prestazioni straordinarie facoltative (es.: cure per convalescenza).

Come comunicare l’inizio del rapporto

Lavoratori non conviventi

Lavoratori conviventi

Lavoratori non conviventi

Cosa comunicare

L'inizio del rapporto di lavoro, compreso il periodo di prova.

Termini per la comunicazione

24 ore prima dell’inizio del rapporto di lavoro (incluso il periodo di prova), anche se festivo.

A chi comunicare

All’INPS. Tale comunicazione ha efficacia anche nei confronti del Ministero del lavoro, dell'INAIL, nonché della Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo.

Come effettuare le comunicazioni

La comunicazione di assunzione, previa identificazione tramite PIN, deve avvenire esclusivamente secondo il duplice canale:

- Contact Center, al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico, fornendo telefonicamente i dati necessari;

- Procedura Internet di compilazione e invio on-line disponibile sul sito internet dell’INPS, previo inserimento del PIN, utilizzando la procedura di " Iscrizione rapporto di lavoro";

Per richiedere il PIN, basta andare sulla pagina INPS "Richiedi e gestisci il tuo PIN online". Per poter operare sono richieste entrambe le parti del PIN (la seconda parte viene spedita a casa, successivamente al rilascio della prima).

 

Al momento della denuncia di assunzione, l'INPS assegna al datore di lavoro un codice del rapporto di lavoro che servirà per gestire le vicende del rapporto stesso.

 

Non è necessario procedere alla denuncia di assunzione secondo queste modalità nel caso in cui il datore di lavoro domestico intenda fare ricorso a prestazioni di lavoro di tipo accessorio di natura occasionale. Il rapporto di lavoro accessorio è infatti regolato mediante la consegna dei c.d. voucher che contengono la retribuzione e la contribuzione verso Inps ed Inail.

 

L'assunzione dei lavoratori domestici è possibile anche attraverso le agenzie di lavoro interinale (Circ. n. 89/2002) ma solo ed esclusivamente per le ipotesi di seguito elencate:

- per l’esecuzione di un servizio definito o predeterminato nel tempo, anche se ripetitivo;

- per sostituire anche parzialmente lavoratori che abbiano ottenuto la sospensione del rapporto per motivi familiari, compresa la necessità di raggiungere la propria famiglia residente all’estero;

- per sostituire lavoratori in malattia, in infortunio, in maternità o fruenti dei diritti istituiti dalle norme di legge sulla tutela dei minori e dei portatori di handicap, anche oltre i periodi di conservazione del posto;

- per sostituire lavoratori in ferie

Lavoratori conviventi

Cosa comunicare

- L'inizio del rapporto di lavoro, compreso il periodo di prova;

- La cessione di fabbricato o l'ospitalità (art. 12, D.L. n. 59/78 - art. 7, D.lgs. n. 286/98 - art. 2, D.L. 79/2012) solo nel caso di concessione in godimento di fabbricati o porzioni di essi sulla base di contratti verbali superiori a 30 giorni, ovvero in ogni caso, quando ad occupare l’immobile sia un cittadino di stati non appartenenti all’Unione europea.

Termini per la comunicazione:

- Per la Comunicazione assunzione: 24 ore prima dell’inizio del rapporto di lavoro (incluso il periodo di prova), anche se festivo;

- Per il modulo cessione di fabbricato o modulo di comunicazione ospitalità: 48 ore dall’inizio del rapporto di lavoro.

A chi comunicare: 

- La Comunicazione assunzione: all’INPS. Tale comunicazione ha efficacia anche nei confronti del Ministero del lavoro, dell'INAIL, nonché della Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo;

- Il modulo cessione di fabbricato o modulo di comunicazione ospitalità: all’autorità locale di pubblica sicurezza.

Come  effettuare le comunicazioni:

a) La comunicazione di assunzione, previa identificazione tramite PIN, deve avvenire esclusivamente secondo il duplice canale:

 

- Contact Center, al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico, fornendo telefonicamente i dati necessari;

- Procedura Internet di compilazione e invio on-line disponibile sul sito internet dell’INPS, previo inserimento del PIN, utilizzando la procedura di " Iscrizione rapporto di lavoro";

Per richiedere il PIN, basta andare sulla pagina INPS "Richiedi e gestisci il tuo PIN online". Per poter operare sono richieste entrambe le parti del PIN (la seconda parte viene spedita a casa, successivamente al rilascio della prima).

 

Al momento della denuncia di assunzione, l'INPS assegna al datore di lavoro un “codice del rapporto” di lavoro che servirà per gestire le vicende del rapporto stesso. 

 

L'assunzione dei lavoratori domestici è possibile anche attraverso le agenzie di lavoro interinale (Circ. n. 89/2002) ma solo ed esclusivamente per le ipotesi di seguito elencate:

- per l’esecuzione di un servizio definito o predeterminato nel tempo, anche se ripetitivo;

- per sostituire anche parzialmente lavoratori che abbiano ottenuto la sospensione del rapporto per motivi familiari, compresa la necessità di raggiungere la propria famiglia residente all’estero;

- per sostituire lavoratori in malattia, in infortunio, in maternità o fruenti dei diritti istituiti dalle norme di legge sulla tutela dei minori e dei portatori di handicap, anche oltre i periodi di conservazione del posto;

- per sostituire lavoratori in ferie.

b) Comunicazione del modulo cessione di fabbricato  o del modulo di comunicazione ospitalità

 

Il datore di lavoro deve inviare all’autorità di pubblica sicurezza il modulo cessione di fabbricato o il modulo di comunicazione ospitalità.

 

Nei moduli si richiedono: le generalità del denunciante, quelle del lavoratore, gli estremi del passaporto o del documento di identificazione che lo riguardano, l'esatta ubicazione dell'immobile in cui la persona é alloggiata o presta servizio ed il titolo per il quale la comunicazione é dovuta.

Annullamento richieste

L’annullamento di una denuncia di assunzione è consentito entro 5 giorni dalla data indicata quale inizio del rapporto di lavoro; superato detto termine, dovrà essere comunicata la cessazione.

Sanzioni per omessa comunicazione

Se il datore di lavoro omette o ritarda la comunicazione obbligatoria all'Inps, la legge prevede l’applicazione di una sanzione amministrativa da 200 a 500 euro per ogni lavoratore alla Direzione Provinciale del Lavoro.

 

Il ritardato o il mancato invio del modulo cessione fabbricato comportano, in capo al datore di lavoro, l’applicazione di una sanzione amministrativa da 160 a 1.100 euro (Art. 7 c. 2/bis del d. lgs. 286/98).

 

Se il lavoratore è cittadino extracomunitario senza permesso di soggiorno o con permesso di soggiorno scaduto o revocato,  è prevista una multa pari a 5.000 euro e la reclusione da 6 mesi a 3 anni.

 

Non trova invece applicazione la “ maxi-sanzione” introdotta dal "decreto Bersani" che prevede inoltre una sanzione amministrativa da 1.500 a 12mila euro per ciascun lavoratore non regolarizzato, maggiorata di 150 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo irregolare accertata.

Variazione delle condizioni contrattuali e comunicazione obbligatoria

Variazioni da comunicare

L’obbligo di comunicazione esiste anche dopo l’assunzione, per tutte le fasi di variazione del rapporto di lavoro:  trasformazione, modifica o cessazione. Non esiste limite mensile alle comunicazioni di questa natura.

 

Devono inoltre essere comunicate variazioni di elementi del rapporto di lavoro - come retribuzione, orario, settimane lavorate, ecc..- utilizzati per il calcolo dei contributi.

Le variazioni di questo tipo sono soggette ad un limite massimo complessivo di due comunicazioni a trimestre.

Termini

5 giorni dall’evento.

Come  effettuare le comunicazioni

La comunicazione di assunzione, previa identificazione tramite PIN, deve avvenire esclusivamente secondo il duplice canale:

- Contact Center, al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico, fornendo telefonicamente i dati necessari;

- Procedura Internet di compilazione e invio on-line disponibile sul sito internet dell’INPS, previo inserimento del PIN, utilizzando la procedura di " Variazione rapporto di lavoro";

Per richiedere il PIN, basta andare sulla pagina INPS "Richiedi e gestisci il tuo PIN online". Per poter operare sono richieste entrambe le parti del PIN (la seconda parte viene spedita a casa, successivamente al rilascio della prima).

 

L’Unione Europea (UE) comprende attualmente 28 Paesi:
- Austria - Belgio - Bulgaria - Cipro - Croazia (dal 1° luglio 2013) - Danimarca - Estonia - Finlandia - Francia - Germania - Grecia - Irlanda - Italia - Lettonia - Lituania - Lussemburgo - Malta - Paesi Bassi - Polonia - Portogallo - Regno Unito - Repubblica ceca - Romania - Slovacchia - Slovenia - Spagna - Svezia - Ungheria.
Sono equiparati ai cittadini dell’Unione Europea i cittadini Svizzeri e i cittadini degli Stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo - SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein).

Questura/Commissariato o in Comune in caso di mancanza di questi Uffici