ATTENZIONE!!!
Per un corretto utilizzo del sito è necessario attivare gli script nel browser in uso.

Leggi qui le istruzioni su come fare.
S.I.A. Servizi Informatici Antelmi S.r.l.
Seguici su  Facebook SIA srl Google+ SIA srl Twitter SIA srl


I documenti per l'assunzione
Tipologie di assunzione
La predisposizione del contratto di lavoro
L'obbligo assicurativo e la comunicazione di assunzione
La busta paga
L'organizzazione della prestazione lavorativa
Il lavoro straordinario
La tredicesima
Le festività
Le ferie e i permessi
Trasferimento e trasferta
Le assenze
Variazione condizioni contrattuali e obbligo di comunicazione
Come calcolare i contributi
Come pagare i contributi
Scadenze contributive
Sanzioni per omesso versamento
L'estratto contributivo
Obblighi fiscali del datore di lavoro: IL CUD
Obblighi fiscali del lavoratore: LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI
Calcolo e pagamento delle tasse
Agevolazioni fiscali per il datore di lavoro
Cos'è la cassacolf
Le prestazioni
Come versare i contributi alla cassa
Cause di risoluzione del rapporto
Adempimenti in caso di risoluzione del rapporto
Il preavviso
Il trattamento di fine rapporto

La busta paga

In occasione della corresponsione della retribuzione il datore di lavoro consegnerà al dipendente un prospetto paga o busta paga in cui vengono esposti e quantificati  tutti gli elementi retributivi che spettano al dipendente per effetto della prestazione resa nonché i contributi a suo carico, trattenuti dal datore di lavoro.

 

La legge non prevede un obbligo in capo ai datori di lavoro di predisporre il prospetto paga, mentre il CCNL all’art. 32 ne contempla e disciplina il contenuto essenziale.

 

Nel prospetto paga mensile dovranno essere sempre indicati:

- dati anagrafici e codice fiscale del datore di lavoro;

- dati anagrafici e codice fiscale del dipendente;

- periodo di riferimento;

retribuzione base da contratto (oraria o mensile);

superminimo individuale eventuale;

scatti di anzianità qualora maturati;

- indennità di vitto e alloggio se spettante;

- ore o giorni lavorati nel mese;

- ore o giorni di assenze retribuite e non retribuite;

festività godute nel mese;

ferie godute nel mese;

- numero ore di lavoro straordinarie e relativa retribuzione;

tredicesima se corrisposta mensilmente;

- retribuzione totale mensile;

- retribuzione lorda

contributi previdenziali Inps a carico del lavoratore;

contributi Cassa Colf;

TFR eventualmente corrisposto come anticipo;

- retribuzione netta corrisposta (totale delle voci retributive presenti al netto dei contributi)

Giova ricordare che busta paga rappresenta una tutela per il datore di lavoro: proprio per questo deve essere prodotta in duplice copia una per il lavoratore, firmata dal datore di lavoro e l'altra per il datore di lavoro, firmata dal lavoratore.

 

Modello Busta Paga

Modello Ricevuta Tredicesima

 

Comunemente la retribuzione viene ad essere corrisposta a scadenza mensile, ma nessuna norma di legge o di contratto vieta alle parti di pattuire scadenze diverse (settimanali o giornaliere)